Casatiello Napoletano with Quail Eggs

Casatiello Napoletano is a savoury bread traditionally eaten during Easter celebrations.  I find it so very delicious and very addictive, and it’s hard not to eat too much of it at one sitting.  It is traditional to bake the Casatiello with chicken eggs placed on the top of the dough, and using some dough put aside earlier, two pieces are used to make a cross over each egg.  I prefer to boil the eggs separately and serve them together with the casatiello.  This year I used quail eggs because I think they look better aesthetically and it makes for a more impressive presentation especially if you have guests. 

I think you’ll agree with me that this deserves to be enjoyed more often throughout the year and not just at Easter!

Casatiello Napoletano with Quail Eggs

  • 1kg plain flour + extra for rolling the dough
  • 2 cubes fresh brewer’s yeast
  • 125ml warm water
  • 100g pork lard
  • pinch salt
  • 1 tablespoon freshly cracked back pepper
  • 200g pecorino
  • 100g fontina
  • 100g aged provolone
  • 400g salami
  • 12 quail eggs
  1. Put sifted flour onto a work surface
  2. Mix in salt and black pepper
  3. Dissolve the yeast in 125ml warm water (not too hot)
  4. Add water with yeast a little bit at a time to the flour, working it in until a soft dough begins to form
  5. Add the lard and work it completely into the dough
  6. Continue working the dough, adding more water as needed until the dough is just slightly damp and very elastic, knead for 10 minutes.
  7. Cover with a clean, dry tea towel and allow to rise for 2 hours or until it has doubled in volume.
  8. Chop the salami and cheeses into small cubes, nd mix together in a bowl
  9. After the dough has risen, add half of the salami and cheese mixture and knead into dough.
  10. Put dough onto a  lightly floured board, and roll it out into the shape of a rectangle.
  11. Spread the remaining salami and cheese mixture along the length of the dough.  Roll up the dough and  then bring the ends together to form a ring.
  12. Grease a ring cake tin generously with lard, and gently lift the casatiello into the tin.  Brush top generously with more lard.  Cover and allow to rise for another 2 hours.
  13. Bake at 160°C for 1.5 – 2 hours, until golden.
  14. Meanwhile boil the quali eggs and serve with the Castiello.

Castiello Napoletano is delicious hot, warm or cold.  It can also be re-heated th next day.

 

 

Casatiello Napoletano con le Uova di Quaglia

  • 1kg farina
  • lievito di birra 2 cubetti
  • 125ml di acqua tiepida
  • 100g strutto (sugna)
  • pizzico sale
  • 1 cucchiaio di pepe
  • 200 g di pecorino
  • 100g provolone piccante
  • 100g fontina
  • 400g salame napoletano
  1. Stemperate il lievito in acqua tiepida (mi raccomando che non sia troppo calda).
  2. Disponete la farina a fontana, ponetevi al centro lo strutto, il sale e il pepe.  Aggiungete quindi il lievito sciolto nell’acqua un po’ alla volta e mescolate tutto fino a ottenere una pasta morbida che lavorerete con forza per una decina di minuti battendola sul tavolo. In caso, potete aggiungere un po’ di acqua.
  3. Fatela poi lievitare la massa in una terrina coperta, ponendola in luogo non freddo per un paio d’ore o, comunque, fin quando la pasta avrà raddoppiato di volume.
  4. Tagliate i formaggi e il salame a dadini, e mescolare insieme in una ciotola
  5. Quando la pasta sarà cresciuta, aggiungete metà della miscela di salame e formaggi, incorporando tutto dentro la pasta stessa. Stendetela poi con uno spessore di un centimetro sopra una superficie leggermente infarinata, mantenendo una forma rettangolare.
  6. Disponete su tutta la superficie, uniformemente, il salame e formaggi rimanente e arrotolate con delicatezza la pasta, il più strettamente possibile.
  7. Ungete di strutto uno stampo largo col buco centrale
  8. Disponetevi il rotolo di pasta a ciambella, unendone bene le estremità e spennelare lo strutto sopra. Rimettetelo a crescere in luogo tiepido coprendolo con un panno (deve riposare almeno due ore).
  9. Quando il casatiello sarà lievitato, infornatelo nel forno già riscaldato a 160° per 1 ora – 1 ora 30 minuti, finchè non sarà dorato in superficie.
  10. Sformatelo quando sarà tiepido.

Il Casatiello, è ottimo sia caldo che freddo, e anche riscaldato il giorno dopo!

È tradizionale cuocere il Casatiello con le uova di gallina sulla sommità della pasta, realizzando delle piccole croci su ogni uovo utilizzando due piccoli pezzi di pasta. Io preferisco bollire separatamente le uova e servirle insieme al casatiello, e quest’anno ho usato delle uova di quaglia perchè credo che siano esteticamente più belle, rendendo la presentazione più elegante (ottimo soprattutto se avete ospiti!).
Io credo che questa bontà dovrebbe essere preparato durante l’anno, e non solo a Pasqua… voi che ne dite?